Oltre il confine senza tampone, domande e risposte

Confine

Da qualche giorno, i ticinesi possono recarsi in Italia senza presentare un tampone negativo alla dogana. Ma ci sono alcune restrizioni.

Vediamo insieme le domande più frequenti.

Si può andare dove si vuole?

No, solamente a sessanta chilometri dal proprio domicilio. Il che ovviamente significa che chi abita più vicino al confine avrà più possibilità di spostamento. Un fattore che non piace a chi vive non in prossimità di una dogana.

Si può andare in vacanza senza tampone?

No, perché la norma vale solo per chi rimane in Italia meno di 24 ore.

Bisogna continuare a compilare il Passenger Locator Form?

Sì, è necessario.

E per chi si reca per motivi di lavoro o di salute?

È considerato un’eccezione, come prima quando poteva passare il confine senza tampone.

Quale tampone si deve mostrare quando si va in ferie?

Non basta l’autotest fornito dalla farmacia. Si deve presentare un tampone molecolare o rapido. Quest’ultimo dà il risultato in pochi minuti.

Dove farlo?

Nelle farmacie abilitate o presso il proprio medico. Per questioni di tempismo consigliabile la seconda opzione. Prenotare sempre perché le richieste sono molte. In entrambi i casi chi vive in Svizzera e ha la cassa malati potrà fare quattro tamponi che non gli verranno fatti pagare al mese.

Chi è vaccinato deve mostrare lo stesso il tampone?

Sì.

Andando avanti bisognerà capire se il Certificato Covid e il Green Pass cambieranno la situazione.

Invece per gli italiani che vogliono andare in Ticino o in Svizzera in genere?

Valgono le medesime regole.

#tampone #confine #svizzera #italia #passengerlocatorform #vaccino

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: