C’è la pandemia, ma potrebbe essere il momento di andare a vivere in Svizzera!

Spesso prendere decisioni in un’epoca di crisi è ancora più difficile, soprattutto se esse comportano una scelta di vita come può essere un trasferimento.

Il Coronavirus ha dato una spinta enorme al lavoro da casa, al cosiddetto smart working. In Italia è stato raccomandato per esempio di svolgere più professioni possibili da casa, per ridurre i contagi.

Un modo di lavorare per molti nuovo, che probabilmente rimarrà anche nel dopo pandemia, quando sarà. Sempre più persone potranno infatti lavorare da casa.

Molti lo fanno già, indipendentemente dal Coronavirus. Sono i freelance, sono persone che lavorano presso il proprio domicilio.

Esempi? Chi opere nei media o nell’ambito delle traduzioni. Chi si occupa di copywriting. Chi tiene corsi che si svolgono online. I trader. Coloro che lavorao nei call center.

Numerose aziende in vari settori hanno preferito installare gli impianti ad hoc nelle abitazioni dei collaboratori.

E allora, se il sogno è trasferirsi in Svizzera, perchè chi lavora online non lo può fare? Se non deve fisicamente recarsi sul luogo di lavoro, e ci sono professioni che non lo richiedono, se ci sono delle sicurezze finanziarie, potrebbe essere il momento giusto!

Aiuta a dare una mano

#coronavirus #trasferirsiinsvizzera #lavoraredacasa #lambrenedettoxvi

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: