Cosa bisogna richiedere per trasferirsi in Svizzera?

Per risiedere in Svizzera, serve ovviamente un permesso di soggiorno. Sono vari i tipi di permessi esistenti, ciascuno caratterizzato da una lettera. Quale bisogna ottenere e come si fa?

Vediamoli nel dettaglio.

Permessi G, N, F e L

Il permesso G è sicuramente il più noto per quanto concerne il fenomeno del frontalierato. È il permesso infatti che dà la possibilità di svolgere un’attività lucrativa in Svizzera senza viverci, dunque tornando ogni sera al proprio domicilio estero.

Ci sono poi i permessi “dedicati” a chi cerca asilo in Svizzera, che non riguardano coloro che desiderano lavorarvi. Chi ha depositato una richiesta d’asilo, mentre attende risposta, c’è il permesso N. Se l’allontanamento dalla Svizzera è ritenuto impossibile, si ottiene il permesso F.

Se si vuole rimanere per poco tempo, per un periodo superiore a tre mesi e inferiore a un anno, con attività lavorativa dipendente o senza attività, si deve richiedere il permesso L. Una buona soluzione, eventualmente, per capire se trasferirsi in Svizzera è realmente ciò che si vuole.

Il permesso B o di dimora: per vivere e lavorare in Svizzera

Ma generalmente chi desidera vivere e lavorare in Svizzera richiede il permesso B (che si tramuta nel C quando si soggiorna da 10 anni in Svizzera col permesso B).

Concentriamoci dunque sul permesso B, demominato di dimora. Come si fa a ottenerlo? Bisogna inoltrare richiesta entro 14 giorni dall’arrivo in Svizzera.

I documenti che servono per ottenerlo

Per prima cosa, servono i dati personali: nome, cognome, data di nascita, comune di domicilio. È indispensabile allegare un documento di legittimazione come sono una carta di identità o un passaporto.

Poi è necessario un contratto di lavoro da parte di un datore di lavoro, della durata minima di un anno. Ciò serve per dimostrare che la persona che richiede il permesso ha intenzione di lavorare in Svizzera e lo può fare, potendosi dunque mantenere.

Bisogna poter dimostrare di avere un posto dove vivere, dunque va allegato il contratto di locazione (o una dichiarazione di alloggio se si va a vivere presso qualcuno, per esempio il compagno/la compagna che risiedono già in Svizzera).  Per poter affittare un appartamento, bisogna mostrare che non si hanno debiti pregressi o fallimenti a carico, dunque che la situazione finanziaria permette di mantenere l’affitto: serve dunque il certificato che lo attesta.

Fece tanto discutere, ma per vivere in Svizzera e in particolare in Ticino, va allegato un certificato giudiziale recente, emesso da non più di tre mesi, che permette di stabilire che non vi sono condanne in atto. Non è più indispensabile ma sino a qualche tempo fa veniva richiesto anche il certificato dei carichi pendenti, che dimostrava che non si hanno processi penali a proprio carico in corso.

Infine servono delle fototessere recenti.

Tutto può essere svolto anche tramite Internet, in modo facile e veloce.

Basta partire dal seguente link: https://www.pform2.ti.ch/form/wizard/instance-resource-id/19/instance-id/-1/form-id/12

Il permesso B permette poi un ricongiungimento familiare, cioè il far venire a vivere in Ticino i parenti stretti. Bisognerà in tal caso mostrare di poterli mantenere e di avere una casa atta a ospitare tutti.

In caso di dubbio, nella nostra pagina Contatti utili troverete a chi rivolgervi

#lambrenedettoxvi #trasferirsiinsvizzera #permessi #permessog #permesson #permessof #permessol #permessob #permessodidimora #permessoc

Una opinione su "Cosa bisogna richiedere per trasferirsi in Svizzera?"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: